Teoria Di Vantaggio Assoluto

Adam Smith, nella ricchezza delle nazioni, ha postulato che sotto libero scambio, ogni nazione dovrebbe specializzarsi nel produrre quelle merci che potrebbe produrre il più efficientemente. Alcuni di questi sarebbero esportati a paga per le importazioni delle merci che potrebbero essere prodotte più efficientemente altrove.

Smith ridiculed il timore del bo commerciale che confronta le nazioni alle famiglie. Poiché ogni famiglia lo trova interessante per produrre soltanto alcuni dei relativi bisogni e per comprare altri con i prodotti che può seel, gli stessi dovrebbero applicarsi alle nazioni:

È il massimo di ogni padrone prudente di una famiglia, non tentare mai di fare nel paese che cosa lo costerà di più per fare che per comprare. Il sarto non tenta di fare i suoi propri pattini, ma li compra dal calzolaio... Che cosa è la prudenza nel comportamento di ogni famiglia riservata, la latta limitata è folly in quanto di un regno grande. Se un paese straniero può fornirci una certa parte del prodotto della nostra propria industria, impiegato in un senso in cui presentiamo un certo vantaggio.

La teoria di vantaggio assoluto è basata sul presupposto che la nazione è assolutamente più meglio (cioè, più efficiente) a produzione di determinate merci dei relativi partner commerciali. Smith ha mostrato dal suo esempio di vantaggio assoluto che entrambe le nazioni guadagnerebbero da commercio.


Previous page Next page
Strategia Internazionale E Strategia Globale
The information on this page may not be reproduced, republished or mirrored on another webpage or website.
Copyright 1998-2014 24xls.com